Passa ai contenuti principali

DUE DOMANDE ALLE SARDINE. DA LASCIARLI A BOCCA APERTA

Il movimento delle Sardine... primo movimento in Italia che va contro l'opposizione. Geniali. Una opposizione che non esiste. Un movimento, allora che non ha motivo di esserci. Infatti chiedo al Movimento qualche lume in merito ad alcuni argomenti sensibili della situazione Geopolitica nazionale ed internazionale. Che ne pensate di un governo non voluto. Imposto da un organo al di fuori della nostra giurisdizione. Questo è già successo nel 2011 e si ripete oggi. Dove erano le Sardine, in salamoia forse. Ma lo scopo del movimento è andare contro l'opposizione. Ma la vera opposizione si dovrebbe fare a questa Europa. Che ne pensa il movimento? Quali sono i temi che il movimento vuole trattare in chiave economico sociale. Cosa vuole fare contro la disoccupazione, contro le chiusure delle fabbriche, contro l'innalzamento delle tasse a discapito sempre delle piccole e medie imprese. Che sono il cuore economico del paese. Preferireste continuare a salvare le banche? Quale è la posizione del movimento sulle pensioni lavorative. Non chiedo dei flussi migratori. Sarebbe scontato come argomento. In tema di politica estera il movimento guarda alla Russia destrorsa che influenza i paesi dell'Est che rinnegano la conduzione europeista? Oppure il movimento si schiera con la Cina che oggi diventa sempre più capitalista. Che pensa il movimento (giovanile) della sempre più dilagante supremazia tecnologica che rende l'uomo sempre più alienante ai dispositivi e rende sempre più imperialista la già su citata simpatica Cina che sfrutta risorse e uomini africani, di cui, qui sottolineo invece che sopra, sicuramente il movimento ha a cuore per fattori umanitari e di interessi di flussi migratori. Cosa pensa il movimento della ben nota e vecchia quanto il mondo, questione israelo palestinese. Si schiera con Israele e quindi in favore di molti despoti che per ideologie dovrebbe rinnegare? Oppure si mette coi palestinesi scegliendo la via della seta e del terrorismo internazionale condito e foraggiato anche da organizzazioni filo islamiche che mercanteggiano armi con l'occidente del mondo? Così, giusto per sapere. Grazie

Commenti

Post popolari in questo blog

E' ARRIVATO IL NUOVO MESSIAH

  “La luce ha vinto e tutti i progressi del male del Mondo mai potranno cambiare il corso delle cose. Il solstizio d’inverno, il sole di natale, la luce invitta, aprono una speranza per gli uomini affranti da paura, timori e futuro incerto”. Sono parole di riflessione di Joseph Ratzinger espresse agli inizi degli anni sessanta, all’epoca poco più che trentenne. Per molti sono parole profetiche, in realtà si possono ritenere “da copione” per il finale di un film sulla pandemia attuale. Ammesso che si possa intravedere un finale alla situazione. Arriva il nuovo Messia, nei giorni in cui ricorre la nascita dell’ultimo messia mostratosi sulla terra, ma questa volta appare a noi, non più come uomo, ma in forma liquida. Esattamente come la società attuale, intesa da Zygmunt Bauman. Il progetto è lo stesso, duemila anni fa si diffondeva la parola di Cristo. Oggi si diffonde il vaccino della Pfizer, santificato dai media come soluzione salvifica, potrebbe però rivelarsi soluzione fisiologi

E' UNA PRESA PER IL CULO

Una ecatombe è in atto. Questo decreto, sulla dichiarazione di stato di emergenza per epidemia, che ora fa il giro del web, porta la data del 31 gennaio 2020. Non può essere una fake. E non può essere pure che la Cina non abbia potuto avvisare il nostro Governo. Un primo pensiero in testa, è che la Cina abbia potuto avvertire della pericolosità di questo virus, oppure, dato che casi di polmoniti anomale sono scoppiate sin dal 2018, nelle zone ormai tristemente note, si può pensare, che il male venga da molto lontano. Tutto lascia pensare che l'origine dei problemi sia da imputare ai vaccini, importati dalla Cina, il Nord ha fatto richiesta massiccia, e oggi i risultati sono questi. Il Governo ha commesso un gravissimo errore, di non farlo sapere, poiché ovviamente la campagna Si Vax era in atto in modo consistente, e quindi oggi siamo nelle mani dell'Aifa. Perché? Perché almeno in Italia è l'organo che autorizza la casa farmaceutica che produrrà il vaccino che le gonfierà

QUEL CHE E' STATO DELLA RAGION DI STATO

Come 42 anni fa, lo Stato ha sbagliato ancora. Quest’ultima parola sottolinea come lo sbaglio sia una costante in questo spazio temporale intercorso dall’assassinio di Aldo Moro alla Liberazione di Silvia Romano. Dal 9 maggio al 10 maggio passa un giorno lungo più di quattro decenni, in cui è racchiusa la fragilità di un paese ridotto alla canna del gas, in confusione oggi come allora, in cui si sono alternati almeno due ventenni contrassegnati da diverse forme di socialismo. Di fatto quella svolta che avrebbe voluto dare il presidente Moro all’Italia, lui in qualche modo l’ha data, non l’ha vista in tutte le sue sfaccettature. Probabilmente non avrebbe mai voluto andasse così. Allora dovevano vincere le istituzioni ed hanno vinto le brigate rosse. Lo dimostra il fatto che oggi, i carcerieri del presidente sono tutti liberi. Lo Stato avrebbe dovuto condurre una trattativa, doveva fare politica, perché di quello si trattava. Allora è prevalsa la Ragion di Stato, con la buona morte d